sabato, novembre 10, 2007

Sparare sulla croce rossa

Ora verrò attaccato, lo so. Mi direte "è troppo facile", lo so.
Ma qualche sera fa ho avuto una piccola diatriba con chi sosteneva che Gigi D'Alessio fosse un poeta.
Che racconta con umiltà le piccole e le grandi realtà.
Che chi lo denigra non capisce nulla, e che lo fa a testa bassa e senza conoscere.
Io mi schermivo dicendo che quel poco che conoscevo non mi sembrava di eccelsa qualità.
(Anche qui verrò attaccato, chi mi conosce sa che non direi mai "il suo materiale non mi sembra di eccelsa qualità" ma piuttosto "ho avuto un regurgito di cagotto, coinciso con l'ascolto di un suo pezzo").
Però per poter criticare meglio dovevo avere qualcosa in più di "Besame siente como suena el corazon" o le prodezze della sua Anna Tatangelo ("Essere una donna non vuol dire riempire solo una minigonna", poi scoprendo inorridito che il testo è di Mogol).
Ok. Mi aiuto con google. Toh, ha pubblicato di recente una raccolta di ben quattro (!) cd.
E lì mi sono dovuto ricredere, stupido io. Meschino giudicante.
Innanzitutto alcuni dei titoli:

- Mon Amour
- Brividi d'amore
- Il primo amore non si scorda mai
- Quanti amori
- Quel che resta del mio amore
- L'amore che non c'è
- M'innamorerò sempre di te

Come si fa a denigrare un'artista che usa l'apostrofo rosa tre le parole Ti Ano (dopo tutti questi cuori avevo bisogno di citare il fondoschiena per par condicio) , con tanta straordinaria disinvoltura. Io ho già la pelle d'oca.
Però i momenti più alti si hanno in talune canzoni, ed io vorrei che li condivideste con me.

Può capitare
che a volte pensi che...
stai vivendo un grande Amore
...che non è..!
Sei convinto che...
sei innamorato, e invece sei..
solo preso dalla voglia che tu hai...!


Ho i brividi. Sembra il compendio di un possibile trattato di Alberoni intitolato "amore e sesso". Parole schiette, che vanno dritte al punto.
E poi altri momenti, alti, sublimi e sublimanti.

Se sei un essere normale
Senza fisico bestiale
Se non fai televisione
Del tuo mondo sei il campione


Dopo aver chiesto scusa alla mia amica per aver osar toccarle il suo artista preferito, spinto dalle onde creative di colui che è diventato il mio muso (musa uomo) ho messo su qualcosa anch'io.
Ovviamente non raggiungerà neanche un quarto delle vette poetiche del buon Gigi.

Con il cuore che hai spezzato,
meglio dire incaprettato,
Esco il pollo dal mio forno,
poi mi gusto un gran bel porno.


Non criticatemi, sarebbe come sparare sulla croce rossa.
Sharing makes you Sexier!

1 commento:

gutter ha detto...

Il ragazzo è un poeta nulla da dire ;).

C'è anche da dire che la musica come la TV rispecchiano la cultura media...